Quanto sono attenti i politici alla loro internet identity? 2°parte

Dove eravamo rimasti? Non ritenete interessante sapere quali sono le persone più attive e partecipi che possono influenzare maggiormente le dinamiche della rete? Per questa seconda nostra analisi di social dati, il monitoraggio è avvenuto dal 1 settembre al 14 dicembre 2015, identificando quanto realmente i politici italiani sono attenti alla loro internet identity.

Politici 2
Alessandro Di Battista – Beatrice Lorenzin – David Sassoli – Gianni Cuperlo – Graziano Delrio – Ignazio La Russa – Luigi Di Maio – Mara Carfagna – Maria Elena Boschi – Marianna Madia – Maurizio Gasparri – Paola Taverna – Paolo Gentiloni – Renato Brunetta

Apriamo con il seguente grafico.

Come possiamo vedere Luigi Di Maio con i suoi 939 post su Facebook stacca il gruppo in quanto politico con più attività social di questa seconda tornata di dati. Rilevante è Paola Taverna che sembra aver incrementato nell’ultimo mese il posting della sua pagina, con un picco di 15 post pubblicati nelle giornate 27 novembre e 11 dicembre. Si fa notare anche l’attività di Alessandro Di Battista con 235 post totali. Il resto è una lunga coda di personaggi politici che inseguono.

Grafico numero post

Grafico numero post

E’ ufficiale: il Movimento 5 Stelle vince sui social. L’asse Di Battista-Di Maio-Taverna è il protagonista della nostra serie Politici 2.
I profili della triade in questione hanno le seguenti fanbase:
1 Di Battista 862.600 utenti
2 Luigi Di Maio 622.996 utenti
3 Paola Taverna 302.650 utenti

Classifica fan facebook

Classifica fan facebook

Best post che raccoglie più likes è dell’8 ottobre, postato da Di Battista con 57.213 mi piace.

Top Likes

Top Likes

Di Battista si aggiudica ancora una volta il primo gradino del podio questa volta grazie a un contenuto che risulta essere il più condiviso: un video postato su Facebook il 14 ottobre, in cui parla al Presidente del Consiglio Matteo Renzi in una seduta del Parlamento. Si può notare come, nel complesso, Di Battista sia molto attivo sulla sua pagina rispondendo singolarmente ad ogni utente, con toni calmi e spiegazioni pertinenti al tema senza fuoriuscire dal commento con tempi di risposta molto rapidi!

Su Twitter invece la situazione si capovolge (come già notato nella prima analisi). Il politico che twitta maggiormente è Maurizio Gasparri che surclassa i restanti colleghi dell’analisi con 1.228 tweet totali nell’arco di tempo da noi analizzato. Per il restante “rumore” generato ci aggiriamo a cifre sotto i 300 tweet totali per profilo.

Ci si riallinea ai dati commentati precedentemente per Facebook quando prendiamo in analisi i retwitt. Troviamo nuovamente al primo posto l’esponente del M5S: Di Battista, in particolare il 3 dicembre che vede i suoi 13 tweet ritwittati 512 volte. Seguono Di Maio e Taverna, con un grafico pressoché piatto nel periodo analizzato, ma un ultimo balzo di tweet nell’ultima settimana.

Veniamo ai peggiori!

Ignazio La Russa è il politico meno apprezzato sui social network: la sua pagina Facebook conta appena 4.819 fan. Si aggiudica anche il più basso numero di likes, precisamente 23, in un suo post (non personale, è una ricondivisione di un link della destra.it) del 4 novembre.
Concludiamo ironicamente assegnando la medaglia d’oro per il minor utilizzatore dei social a … rullo di tamburi … Beatrice Lorenzin con ben 12 tweet in totale sul suo profilo (una media di tre tweet al mese)!

 

Peggior performance twitter

Peggior performance twitter

Al prossimo monitoraggio!